se vi piacciono i miei lavori...

domenica 28 novembre 2010

Prima domenica d'Avvento...

... vale a dire che entriamo pienamente nel periodo natalizio, anche se, mai come quest'anno, almeno qua da me, non so da voi, si vede una corsa frenetica ai preparativi per il Natale. Già dall'inizio di novembre, la gente si affretta a comprare i regali, senza nemmeno aspettare la tredicesima! Ma non c'era la crisi? Boh? Mio fratello e mia madre dicono che sembra che la gente abbia paura di qualcosa, che abbia paura che accada qualcosa di brutto che impedisca i preparativi per il Natale. Ma, dico io, il 21 dicembre 2012 non è tra due anni? (ma voi ci credete? Io no!) Mah... per me è solo fretta per paura di non trovare quello che si vuole. Forse rientro anch'io in questo gruppo di frettolosi, visto che ho quasi comprato tutti i regali perchè avevo paura di non trovare quello che cercavo... eh eh...
Parlando di Natale, voglio mostrarvi dei centri natalizi all'uncinetto che ho realizzato lo scorso anno su commissione:









Baci e buona domenica sera a tutti!





mercoledì 17 novembre 2010

che fatica stare con i bambini!...

Salve a tutti, è un po' che non scrivo in questo blog, nll'altro, http://schemiperpassione.blogspot.com/ , ho pubblicato un paio di schemi natalizi, ma qui è da parecchio che non scrivo, questo perchè mi collego solo un paio di volte alla settimana e  spesso sono stanca. Stasera in particolare ho la testa che mi scoppia, sento ancora le voci dei bambini nelle orecchie: chi litiga con il compagno, chi non riesce a fare i compiti, chi si distrae, chi aspetta me perchè non sa fare niente da solo... insomma stanno proprio rovinati, qualcuno di voi potrebbe dire che se non fossero messi così male non avrebbero bisogno del doposcuola, d'accordo, ma la cosa più grave non è il fatto che vanno male a scuola punto è basta, ma è il fatto che in loro non vedo impegno, nè spirito di sacrificio, al contrario vedo tanta strafottenza e superficialità, ma io non intendo la superficialità come la intende la mia datrice di lavoro, per lei la superficialità è pensare ai ragazzi  e truccarsi a 10 anni, per me è non dare importanza a quello che è davvero importante, all'impegno, al rispetto per gli altri, per chi fa tanto e si preoccupa per te. Purtroppo questi bambini non hanno rispetto per gli adulti, nemmeno per i loro genitori, sono maleducati e spesso intrattabili. Ci sono dei momenti in cui non so come comportarmi, vorrei essere dolce, sempre allegra e disponibile con tutti, vorrei insegnare loro tante cose, vorrei giocare, ridere e scherzare, a volte lo faccio, ma spesso usare il pugno di ferro aiuta e solo sgridandoli (e io grido forte!) e minacciandoli si riesce ad ottenere quello che si deve, ossia attenzione, rispetto e compiti fatti bene. A volte sono la prima a stare male quando devo sgridare un bambino, ma quando ci vuole ci vuole. Fortunatamente nessuno ha da ridire, nè la signora, perchè a lei interessa che i compiti siano fatti e fatti bene, nè tantomeno i genitori che sanno come sono i figli. Gli unici che avrebbero qualcosa da ridire sono i bambini, loro nelle 3-4 ore del doposcuola vorrebbero sempre giocare, scherzare, chiacchierare, tutto fuorchè fare i compiti...

mercoledì 3 novembre 2010

ciao biondina

Quando sei sparita, più di due mesi fa, ho pensato ad una fuga, ad una ragazzata, per dimostrare chissà cosa ai tuoi genitori e ai tuoi amici, vedevo la tua famiglia disperata che aspettava il tuo ritorno. I giorni passavano e pensavo che ti fosse accaduto qualcosa di brutto, che qualcuno ti avesse fatto del male. Meno di un mese fa ti hanno ritrovata in fondo ad un pozzo, morta.
Il pozzo era nelle campagne della tua Avetrana, non lontano da quei luoghi che ti avevano vista crescere, non lontano dal quel tuo piccolo mondo di adolescente dove vivevi e sognavi.
Subito tuo zio venne indicato come l'orco che ti aveva violentata e uccisa per paura che tu potessi parlare, poi la vicenda è diventata più complicata, probabilmente nel tuo omicidio c'entra tua cugina Sabrina, la tua migliore amica, la sorella che non avevi mai avuto, colei che, avendo 7 anni più di te, avrebbe dovuto esserti sempre vicina, consigliarti, proteggerti e aiutarti. E' troppo brutto pensare che sia stata lei. E perchè poi? Qual è il motivo che l'ha spinta ad uccidere la sua cuginetta? Era folle? Era gelosa di te, della tua bellezza, della tua freschezza? C'entrava un ragazzo che piaceva ad entrambe? Chissà... forse voleva diventare famosa. Ci è riuscita, ora tutti conoscono il suo nome e la sua faccia, e molti pensano che sia un'assassina, bel modo davvero di far parlare di sé, non trovi?
Solo tu conosci la verità, le autorità brancolano nel buio, le prove sono confuse e non portano in un'unica direzione.
A volte mi chiedo come tu abbia fatto a non accorgerti mai di qualche strano atteggiamento di tuo zio o di tua cugina, forse eri ingenua, o avevi paura di raccontarlo a qualcuno, o forse costoro sapevano nascondere bene i loro sentimenti al punto che tu ti fidavi sempre di loro, anche il giorno in cui sei stata uccisa, povera piccola.
La tua vicenda ha scosso l'Italia intera e c'è anche qualcuno che è diventato diffidente nei confronti dei parenti, anche di quelli più stretti.
Ciao Sarah, ciao biondina sempre allegra e sorridente, spero che il tuo caso sia risolto al più presto e che chi ti ha ucciso la paghi cara, che se ciò non servirà a riportarti tra i vivi.