se vi piacciono i miei lavori...

sabato 1 gennaio 2011

anno nuovo e vacanze agli sgoccioli

Buonasera e buon anno a tutti!
Le mie vacanze sono davvero finite, lunedì torno al lavoro e la prossima settimana come giorno di festa avrò solo l'Epifania perchè i bambini devono finire i compiti delle vacanze che sono tanti.
Fa sempre un certo effetto sapere che è iniziato un nuovo anno, all'inizio non ce ne rendiamo conto, anche se ci aspettiamo sempre tanto dai successivi 12 mesi, soprattutto se abbiamo avuto poco dai 12 precedenti, poi alla fine dell'anno facciamo conti e bilanci e non siamo quasi mai soddisfatti (parlo per esperienza personale...).
Questo 2011 è iniziato quasi con un bollettino di guerra a causa dei botti, anzi, in molti casi, dei proiettili vaganti, per la serie, quando i botti non bastano più, spariamo i proiettili.
Certo che la gente non ci sta davvero più con la testa! Bel modo di salutare il nuovo anno, bello davvero! Episodi simili sono accaduti soprattutto in Campania, la mia regione, ed è una vergogna!

Poi ieri sera (l'anno scorso) il solito discorso di fine anno del Presidente della Repubblica. Parlava dei giovani senza lavoro e senza futuro. Ma va! Come se tante cose non si sapessero già! Sì, è vero, è stato l'unico a ricevere una delegazione di giovani che protestavano a Roma contro la riforma Gelmini. Ma a cosa è servito? La riforma è passata
lo stesso, ai politici non importa nulla di ciò che accade nel paese e chi era contro la riforma si è astenuto invece di votare no.
Le parole non servono quando non portano a fatti concreti e decisioni importanti che possano davvero fare qualcosa per il futuro di noi giovani che non siamo bamboccioni, nè fannulloni e nè buoni a nulla, perciò vogliamo lavorare, vogliamo opportunità e possibilità di fare esperienza e di mettere in pratica ciò che abbiamo appreso a scuola e all'università, altrimenti a cosa è servito studiare?
Io me lo domando spesso e l'università, i corsi, gli esami, le sedute di laurea, anche se  sono fatti recenti, mi sembrano un ricordo lontano, perso nel tempo, avvolto dalla nebbia, a volte penso che la Mafalda che faceva queste cose era un'altra persona, piena di sogni e di speranze, o forse è proprio l'università che ti illude e quando ne esci ti accorgi che quello che c'è fuori non corrisponde a quello che avevi immaginato di fare una volta finiti gli studi. Se ti va benissimo trovi un lavoro precario e sottopagato, altrimenti niente di niente, stai a casa. Ah, dimenticavo, questo a meno che tu non sia raccomandato, altrimenti sarà tutto molto, molto più semplice...

6 commenti:

butterflyangel ha detto...

ciao cara mafy, buon anno anche a te. tutto quello che dici, aimè, è vero. niente di certo, di concreto, per noi giovani. e uno studia e si fa un mazzo tanto, per poi cosa? io mi posso ritenere fortunata, sono impiegata, però purtroppo non posso andarmene via di casa. le spese da affrontare sarebbero troppo alte per me che prendo poco più di mille euro. e il lavoro oltretutto, nel settore dove mi trovo, è calato tantissimo, vuoi la crisi vuoi la concorrenza. insomma, ho un lavoro ma non è niente di certo di questi tempi. e il futuro mi fa paura.. un grosso abbraccio!

Mafy'84 ha detto...

mille euro? sei più che fortunata, oggi sono un miraggio anche quelli! bacioni

gabriarte ha detto...

ciao Mafy ti ringrazio per gli auguri e contraccambio dobbiamo sperare ma affrontare le cose anche con grinta cercando di imparare più cose possibili come consiglio a mio figlio devi batterti per la tua dignità per dimostrare a te stesso e agli altri che vali anche lui lavora da due anni con contratti a progetto e vede spesso ragazzi che vengono assunti per conoscenze e la rabbia aumenta come aumentava a me quando vincevo i concorsi e poi al mio posto assumevano altri. questa politica và avanti da tanto tempo e prima o poi deve finire vinceranno le persone capaci ,forti che sapranno battersi L'Italia ha necessità di questi giovani per un futuro migliore Di giovani bravi per fortuna ce ne sono tanti e sono sicura che voi ce la farete buon 2011 con un forte abbraccio

butterflyangel ha detto...

lo so che sono fortunata.. io mi auguro solo che questa crisi passi il prima possibile, mi piacerebbe vivere in una casetta tutta mia..

Mafy'84 ha detto...

Gabry, sei cara, ma è triste pensare che queste speranze sono solo illusioni, io non sono poi così ottimista, non più!

Mafy'84 ha detto...

e a chi non piacerebbe? niente contro i genitori, per carità, ma è normale che uno, arrivato ad una certa età, voglia stare per conto proprio e vedersi realizzato, solo che oggi non è proprio possibie, accidenti!