se vi piacciono i miei lavori...

domenica 20 marzo 2011

belle parole, venti di guerra e un popolo pieno di dignità e coraggio

Giovedì si è celebrata la festa per i 150 anni dell'unità d'Italia con manifestazioni piene di belle parole in ricordo di un passato al cui confronto il presente a mio parere si dovrebbe vergognare perchè ci sono persone che stanno rovinando questo paese per cui in passato tanti hanno lottato e perso la vita. 
E, come se non bastassero i guai di casa nostra, la crisi, la disoccupazione, il governo che fa schifo, che si fa? Si va in guerra contro la Libia al fianco di Francia, USA e Gran Bretagna, si mettono a disposizione le basi italiane senza pensare che la Libia è praticamente nostra dirimpettaia nel Mar Mediterraneo e che Gheddafi credeva di avere il governo italiano dalla sua parte e ora ci considera dei traditori.
Secondo voi, se volesse colpire i suoi avversari, il leader libico dove invierebbe i suoi mezzi aerei? Di certo non in USA e in Gran Bretagna perchè sono troppo lontane e forse nemmeno in Francia, io dico che verrebbe proprio qui in Italia, un po' per motivi di vicinanza e un po' per vendicarsi (magari facesse fuori il nano...).
Una guerra senza senso, decisa troppo in fretta, non pianificata abbastanza.
Io non credo che l'unico interesse sia aiutare il popolo libico che aveva iniziato la rivolta contro Gheddafi il mese scorso, gli interessi sono altri, ad esempio impossessarsi dei pozzi di petrolio e questo il colonnello lo sa bene, sa che se perderà la guerra le potenze straniere staranno lì come avvoltoi a rubare tutte le risorse del suo paese.
Mi chiedo se i ribelli se ne rendano conto.
Nessuno fa niente per niente, gli stranieri vi faranno credere di avervi salvati, ma poi comunque morirete di fame perchè vi indebiterete e sfrutteranno voi e il vostro territorio, come fecero gli americani con L'Italia durante la seconda guerra mondiale, è colpa loro se oggi qui ci sono le basi militari messe a disposizione per questa guerra.
Vorrei che l'Italia fosse neutrale come la Svizzera.
Mentre nel Mediterraneo soffiano forti venti di guerra dall'altra parte del mondo c'è un paese che sta affrontando con dignità e coraggio una situazione terribile provocata non da una guerra voluta dall'uomo, ma da eventi naturali sconvolgenti come un terremoto di quasi nove gradi e uno tsunami che hanno fatto migliaia di vittime. E, come se non bastasse, si è rischiata anche una catastrofe nucleare scongiurata dalla forza d'animo e dal coraggio di un gruppo di uomini che, sprezzanti del percolo delle radiazioni, sono rimasti a Fukushima per sorvegliare la centrale nucleare, nella speranza di riparare i sistemi di raffreddamento di alcuni reattori messi ko dal terremoto.
E sembra proprio che ci siano riusciti.
Il mondo intero deve loro la vita e la salvezza.

domenica 13 marzo 2011

due amiche, due blog, stesso premio...

Buonasera a tutti! Sono stata assente per molti giorni causa problemi al pc, fortunatamente risolti dal tecnico che ha scongiurato il rischio di dover comprare un computer nuovo.

Rieccomi, un bel ritorno direi, visto che comincio col ringraziare due care amiche che hanno assegnato lo stesso premio ai miei due blog:
si tratta del premio Liebster blog

la mia amica Angelica di butterflyangel87.blogspot.com
l'ha assegnato a questo blog,
mentre la mia amica Eleonora di
elesognatrice.blogspot.com
l'ha assegnato all'altro mio blog
schemiperpassione.blogspot.com


Questo premio ha lo scopo di far crescere i nuovi blog,
cercando di dar loro più visibilità nel web.


le vincitrici sono:
http://labellaelabestia84.blogspot.com/
http://semplicicreazioni.blogspot.com/
http://annus83.blogspot.com/

ecco le regole da seguire:
1) accettare il premio e scrivere un post nel proprio blog.

2) scegliere dai 3 ai 5 blog che seguite che siano nati da poco o abbiano meno di 100 lettori fissi e comunicare loro che hanno vinto.

3) linkare il post della persona che ve lo ha inviato.

Un grande in bocca al lupo a tutte voi e ai vostri blog!