se vi piacciono i miei lavori...

martedì 30 luglio 2013

La mia avventura con il TFA

Alla fine dello scorso anno vi avevo promesso di raccontarvi a gennaio ciò che di bello mi stava accadendo, invece, rimanda oggi e rimanda domani a causa dei continui impegni, sono arrivata alla fine di luglio.
Tutto è iniziato il 25 luglio dello scorso anno (anzi dovrei dire un po' prima visto che ho dovuto studiare per prepararmi) quando ho fatto il test preselettivo per il TFA (tirocinio formativo attivo) per le classi di concorso A043 (italiano, storia e geografia nelle scuole medie) e A050 (italiano e storia nelle scuole superiori). Quel giorno rimarrà sempre impresso nella mia memoria: centinaia di persone (650 si iscrissero al test, ma solo 620 parteciparono) tutte con lo stesso scopo: superare il test per accedere alle successive selezioni. C'erano persone preparatissime che studiavano da mesi, fornite di blocchi pieni di appunti di ogni genere. Mi sentivo male. Io stavo studiando solo da maggio e non avevo appunti. Feci il test, era piuttosto difficile e alcune domande non erano nemmeno chiare. Quando tornai a casa controllai le risposte: 20 punti, me ne servivano 21 per superare il test. Non nascondo la mia delusione. Nei giorni successivi, ad agosto, molte di quelle domande non chiare vennero abbuonate e io totalizzai 21,5 punti (ogni domanda valeva mezzo punto) ed ero dentro, non potevo crederci. Fu comunque una strage: nonostante la revisione delle domande lo superammo in pochissimi (meno del 10%).
Il primo ottobre ci fu il test scritto per la A050 e il giorno successivo quello per la A043. Nonostante fossimo meno dei posti disponibili in entrambe le classi di concorso, i prof furono molto severi e operarono un'altra selezione. Io superai entrambi i test, anche se non con punteggi altissimi (mia madre era malata, lo è ancora, e il tempo per studiare era poco, giusto un po' la sera). Mi aspettavano le due prove orali a novembre (il 14 e il 23), entrambe superate. Potevo scegliere solo una classe di concorso e scelsi la A043 perché preferisco insegnare alle scuole medie. 
A gennaio abbiamo pagato la prima rata (la seconda ad aprile, in tutto quasi 2600 euro), ma i corsi sono iniziati solo a marzo.
Frequentavamo 5 giorni a settimana, qualche volta anche 6. Tre corsi disciplinari + tre di scienze dell'educazione + tirocinio indiretto (in aula + studio a casa)+ tirocinio diretto a scuola di mattina (150 ore + 35 sulla disabilità). Di conseguenza ho dovuto fare 6 esami finali (ma è come se fossero stati 12 perché ogni esame era costituito da 2 moduli) + un esame finale (per cui ho dovuto preparare una relazione finale e un dossier di materiali del tirocinio indiretto) che ho sostenuto giovedì 25 (ironia della sorte a un anno esatto dai test preselettivi) e in cui ho discusso sia la relazione finale e sia una lezione preparata in mezz'ora su un argomento sorteggiato al momento. 
Ora sono abilitata, sono una prof di lettere.
Sono stati 4 mesi terribili, stressanti, stancanti, logoranti. Sono stremata, tra tirocinio, corsi, esami e assistenza  a mia mamma che non cammina, non ce la faccio più! E tanto per completare l'opera al miur non vogliono nemmeno riconoscerci i nostri diritti, ma questa è un'altra storia che vi racconterò.
Buonanotte a tutti e soprattutto a chi ha avuto la pazienza di leggere fin qui!

Nessun commento: